Contributo di concessione

Contributo di concessione edilizia o DIA

Ai sensi dell'art. 2 del regolamento comunale per l’applicazione del contributo di concessione:

  1. Il rilascio della concessione edilizia è subordinato alla corresponsione da parte del concessionario di un contributo determinato dal comune e commisurato all’incidenza delle spese di urbanizzazione primaria, alle spese di urbanizzazione secondaria ed al costo di costruzione.
  2. Le spese di urbanizzazione ed il costo di costruzione incidono nella misura di un terzo ciascuno rispetto al complessivo contributo di concessione.
  3. Con la stessa deliberazione del Consiglio comunale che approva questo regolamento è fissata la misura percentuale del contributo di concessione, contenuta tra il 5 ed il 15 per cento del costo medio di costruzione stabilito con deliberazione della Giunta provinciale ai sensi dell’art. 115 della legge provinciale 4 marzo 2008, n. 1.
  4. Il contributo di concessione è fissato per ciascuna categoria nelle percentuali di seguito indicate

A) Edilizia residenziale

  1. categoria A1/2 (A1 e A2) edilizia residenziale: percentuale del 5%
  2. categoria A3 edilizia residenziale di lusso: percentuale del 5%
  3. categoria A4 edilizia alberghiera: percentuale del 5%

B) Complessi ricettivi turistici all'aperto 

  1. area: percentuale del     5%
  2. strutture ricettive permanenti: percentuale del 5%

C) Edilizia per attività produttive e per il settore terziario

  1. categoria C1 manufatti per attività agricole, industriali, artigianali, di trasporto e impianti di risalita e commercio all’ingrosso: percentuale del 5%
  2. categoria C2 manufatti commerciali, direzionali e destinati alla prestazione di servizi: percentuale del 5%

Con delibera della Giunta provinciale del 27 maggio 2011, n. 1132 in vigore dall'otto giugno2011 sono stati aggiornati i costi medi di costruzione in vigore nell'anno 2011.

In applicazione di quanto sopra il contributo di concessione a metro cubo è determinato nei seguenti importi:

Categoria A: edilizia residenziale
A.1 edilizia residenziale standard €./mc.12,73
A.2 edilizia residenziale alloggi per il tempo libero €./mc. 15,28
A.3 di lusso €./mc. 16,55
A.4 alberghiera €./mc. 12,73

Categoria B.
a) complessi turistici all’aperto €./mq. 1,44
b) strutture ricettive permanenti €./mc. 12,73

Categoria C: attività produttive e del settore terziario
C.1. attività agricole, artigianali e industriali €./mq. 4,64 
C.1. esercizi agrituristici €./mq. 13,91
C.2. attività commerciali, direzionali e servizi €./mq. 26,23

Lunedì, 30 Giugno 2014

© 2019 Comune di Storo powered by ComunWEB con il supporto di OpenContent Scarl