Stemma e gonfalone comunale

Testo unico delle leggi regionali sull'ordinamento dei comuni nella Regione Trentino Alto Adige, approvato con DPReg 1 febbraio 2005 n. 3/L - Art 6. 

(Art. 4 LR 21 ottobre 1963 n. 29; art. 3 LR 31 marzo 1971 n. 6)

Emblema del comune e distintivo del sindaco

1. Il comune può avere un proprio gonfalone ed uno stemma.
2. Su proposta del comune il gonfalone e lo stemma sono approvati dalla giunta provinciale, per delega della regione. La descrizione ed il facsimile dei medesimi sono pubblicati nel bollettino ufficiale della regione. I comuni, che all’entrata in vigore della legge regionale 21 ottobre 1963 n. 29 possiedono un proprio gonfalone ed uno stemma, possono conservarli.
3. Il comune disciplina con regolamento l’uso del proprio gonfalone e dello stemma, nonché i casi di concessione in uso dello stemma ad enti od associazioni, operanti nel territorio comunale, e le relative modalità.
4. Il sindaco è autorizzato a fregiarsi di un distintivo di riconoscimento, accompagnato dalla tessera.
5. I distintivi dei sindaci sono determinati dall’articolo 7 del decreto del presidente della giunta regionale 12 luglio 1984 n. 12/L.

La relazione araldica con descrizione e blasonatura del gonfalone 

Decreto stemma 

Stemma originale 

Stemma

Gonfalone

Lunedì, 30 Giugno 2014 - Ultima modifica: Venerdì, 17 Ottobre 2014

© 2017 Comune di Storo powered by ComunWEB con il supporto di OpenContent Scarl