Disciplina della raccolta di funghi

Nuove tariffe per la raccolta funghi

Le principali norme che regolano la raccolta dei funghi (L.P. n. 11 del 23 maggio 2007 e Decreto del presidente della provincia 26 ottobre 2009, n.23-25), sono le seguenti:

Nel territorio della provincia la raccolta dei funghi spontanei, sia commestibili che non, é ammessa in quantità non superiore ai due chilogrammi al giorno per persona. Il limite massimo ammesso non si applica qualora il singolo esemplare, non in aggiunta ad altri, ecceda da solo il predetto limite.

  1. È fatto obbligo ai raccoglitori di pulire sommariamente i funghi sul posto di raccolta e di trasportarli solo a mezzo di contenitori forati e rigidi.
  2. È vietato danneggiare o distruggere i funghi sul terreno e usare nella raccolta rastrelli, uncini ed altri mezzi che possono danneggiare lo strato umifero del terreno.
  3. La raccolta dei funghi per i non residenti nella provincia di Trento é subordinata ad apposita denuncia ed al pagamento della relativa tariffa. Il pagamento della tassa per la raccolta dei funghi va effettuato o al competente funzionario del Comune nel cui territorio amministrativo avverrà la ricerca dei funghi nel presentare la denuncia di inizio attività della raccolta, completa delle generalità e del periodo di raccolta. È possibile anche pagare tramite conto corrente postale Nr. 14079388 o sul conto di tesoreria presso Credito Valtellinese SpA di Tione di Trento IBAN: IT 04 O 05216 35660 000000001283 direttamente o tramite home banking indicando nella causale la dicitura "raccolta funghi", le generalità dell'interessato ed il periodo di raccolta. In questo caso la ricevuta del pagamento sostituisce la denuncia di inizio dell'attività di raccolta e costituisce titolo sufficiente per la stessa.
  4. Oltre che presso gli uffici comunali la denuncia per la raccolta dei funghi può essere acquistata presso i seguenti bar: Ristoro da Vito a Storo, Dylan's Pub a Darzo, Bar Conventino, Bar Bice e Bar Peter Pan a Lodrone, Bar da Franca a Riccomassimo, presso la Malga Tonolo e presso l'edicola di Grassi Marica a Storo.
  5. Il permesso é personale, ha validità fino al massimo di un mese ed abilita alla raccolta nell'ambito del territorio del Comune che lo ha rilasciato con l'osservanza dei limiti quantitativi e di tutte le altre prescrizioni stabilite dalla legge.

La Giunta Comunale con delibera n. 16 di data 24.03.2016 ha fissato per l’anno 2016 le seguenti tariffe:

periodo di raccolta importo in euro
1 giorno 10,00
3 giorni 18,00
1 settimana 25,00
2 settimane 40,00
1 mese 60,00

Ai sensi dell’art. 28 sono esentati dalla denuncia e dal pagamento i seguenti soggetti:

  • Residenti o comunque nati in uno dei comuni della provincia (comprovata da un valido documento di identificazione);
  • I cittadini iscritti all’anagrafe italiani residenti all’estero (AIRE) dei comuni della provincia;
  • I proprietari o possessori dei boschi sul solo terreno di proprietà;
  • Coloro che godono di diritto di uso civico.
Circolazione sulle strade

Non verranno rilasciate autorizzazioni al transito su strade forestali di tipo B per la raccolta di funghi o per turismo, in quanto la maggior parte delle località è raggiungibile da strade di libera circolazione. Vedi le disposizioni per il rilascio dei permessi di circolazione sulle strade forestali (18 giugno 2008)

Mercoledì, 02 Luglio 2014 - Ultima modifica: Lunedì, 02 Gennaio 2017

© 2017 Comune di Storo powered by ComunWEB con il supporto di OpenContent Scarl